News

Politiche del lavoro e competenze: il focus della lezione di marzo della classe Education & Work

Di Alessandro Dell'Orto

La lezione dello scorso 8 marzo, ha coinvolto gli studenti e le studentesse delle classe di Education & Work nell’analisi delle politiche del lavoro e delle competenze necessarie per far fronte alle transizioni green e digitale. La giornata è stata come sempre, ricca di spunti, informazioni, riflessioni e dibattito tra studenti e relatori.

La giornata ha preso il via con il contributo di Tiziano Treu, attuale Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro e già Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale e Ministro dei Trasporti e della Navigazione, il quale, partendo proprio dalle attuali trasformazioni sopracitate, ha guidato una stimolante discussione sulle politiche sociali dell’Unione Europea degli ultimi anni e gli obiettivi che sono stati posti per il futuro. Con una presentazione ricca di dati e cenni storici, Treu è partito dagli obiettivi posti dall’UE in termini di occupazione, contrasto alla povertà e formazione continua per tracciare una sorta di cronistoria delle politiche europee più recenti: dal salario minimo alla regolamentazione del lavoro su piattaforme digitali, dal Next Generation EU alle misure di sostegno ai giovani, dalla riduzione del gender pay gap agli incentivi all’imprenditoria giovanile. Le domande poste in chiusura dagli studenti hanno allargato lo sguardo verso altri temi, come la rappresentanza sindacale e il sistema fiscale, facendo nascere un dibattito con il professor Treu particolarmente fruttuoso.

Le lezioni sono proseguite nel pomeriggio con il seminario tenuto da Francesca Borgonovi, Head of Skills Analysis presso l’OCSE, la quale ha tentato di rispondere alla stessa domanda posta durante il primo seminario, ma spostando l’attenzione dal mondo del lavoro a quello dell’educazione. È stato fin da subito un incontro denso di informazioni, dati, grafici e statistiche: Borgonovi ha voluto portare innanzitutto uno sguardo preciso ed approfondito sui cambiamenti del mercato del lavoro, in particolare per quanto riguarda le competenze richieste nelle offerte di lavoro, la distribuzione dei lavoratori rispetto ai diversi settori e alle categorie di impiego, i livelli di specializzazione, gli impatti delle transizioni verde e digitale e della diffusione delle IA, nonché le previsioni che l’OCSE ha fatto per i prossimi decenni. Poste queste fondamenta, si è passati a chiedersi come il sistema scolastico-universitario debba adattarsi a queste rivoluzioni, e quindi quali siano le competenze essenziali da valutare e da sviluppare nelle nuove generazioni. La lezione si è conclusa con un approfondimento sui metodi che OCSE e non solo utilizzano per valutare le competenze degli studenti, raccontando e descrivendo cosa siano i large-scale assessments ed in particolare quelli indirizzati agli studenti. Come il test PISA di OCSE, che valuta le competenze in comprensione del testo, matematica e scienze negli studenti di 15 anni. Il punto fondamentale è stato quindi quello di mostrare agli studenti di Education&work il funzionamento, l’utilità, l’efficacia, ma anche i limiti e le differenze tra questi test, che sono fondamentali per qualsiasi decisore politico che voglia occuparsi di educazione, formazione e lavoro.

La giornata si è conclusa con il policy lab guidato da Andrea Lamberti, proseguendo il lavoro iniziato durante le lezioni di gennaio e febbraio. Definiti ormai i temi su cui si vuole strutturare le proposte di policy di Education&Work, Lamberti ha potuto spiegare come adattare tali tematiche ad una policy europea e come integrare dati e fonti all’interno di essa. Gli studenti possono quindi ora iniziare a stendere le loro proposte e realizzare il documento finale, che verrà integrato ai lavori dei ragazzi e le ragazze di People&Care e Greenovation.

La lezione di marzo è stata, come detto, particolarmente densa di informazioni e di contenuti, ma proprio per questo particolarmente stimolante. Il dibattito sui temi trattati a lezione è proseguito durante la pausa pranzo e nel solito aperitivo post-lezione. Il lavoro di Education&Work proseguirà tra pochissimo nella sua ultima lezione a Roma, il prossimo 5 aprile, per poi concludersi a maggio con la due giorni di Milano.

 

Menu